Chiostro del Bramante Roma

 TURNER 22 marzo-26 agosto

Josef Mallord William Turner, uno dei più rinomati e bravi acquarellisti di tutti i tempi, è presente al Chiostro del Bramante con una mostra assolutamente imperdibile, voluta e organizzata da DART e favorita dalla Tate Britain di Londra che in questa sede romana espone per la prima volta circa 90 opere dell’Artista tra schizzi, acquarelli, studi e una selezione di opere mai viste a Roma e voluta e organizzata da DART.

Molte opere vengono proprio dallo studio dell’Artista , create non per esibirle ma ‘’Per il suo proprio diletto,,. Turner, artista schivo ,nei suoi numerosi viaggi, dipingeva o abbozzava tutto ciò che vedeva, ricordi dei suoi viaggi, emozioni vissute in prima persona, osservava la luce sempre mutevole. L'Artista dedicava 6 mesi all’anno all’aria aperta e gli altri 6 li passava nell’intimità del suo studio a dipingere quello che aveva visto.

L’Artista nacque da un padre barbiere e da una madre donna di casa, nella sua gioventù lavorò presso un disegnatore tipografico, esercitandosi nell’acquarello e l’incisione, ma sempre soggiogato dalla luce, di cui nel tempo ne divenne il suo interprete principale. Studiò paesaggisti olandesi e Canaletto, viaggiò moltissimo sempre accontentando il suo desiderio di conoscenza, a Venezia studiò Tiziano. Da una prima  maturità  ,in seguito il suo interesse primario fu sempre lo studio della luce, per creare atmosfere vibranti e romantiche, dove in simbiosi luce e colori si uniscono e si compenetrano e il paesaggio reale cede il passo alla luce . Si può tranquillamente affermare che con la sua nuovissima pittura ,moderna e trascolorante ,abbia precorso gli Impressionisti. Tenne sempre le sue opere gelosamente nascoste nella sua Galleria privata .