Corrado Cagli – Roma – Museo di Palazzo Cipolla

8-novembre- 2019-----6-gennaio – 2020

La Mostra si intitola ‘’Folgorazioni e Mutazioni,, e nella sua complessità riesce a trasmettere tutto l’impegno dell’Artista nel cercare nuove esperienze e nuovi confini. I pezzi esposti, tra dipinti, disegni, sculture, bozzetti e costumi teatrali, arazzi, comprende circa 200 opere, provenienti da collezioni private e da importanti istituzioni. Guardando tutto il percorso espositivo si può passare in rassegna la complessita delle sue ricerche, nel campo della tecnica che in taluni casi si mostra sbalorditiva, e nella sua complessita creativa, sia nel contenuto e sia nel particolare linguaggio figurativo .

Con le nuove esperienze e con gli strumenti critici oggi a disposizione si rivela come Cagli fu sempre compartecipe del mondo artistico che si andava configurando in Italia, finchè, essendo ebreo, si traferì a NewYork. Al suo ritorno in Italia approfondì le esperienze   dell’Arte metafisica e dei Motivi cellulari e via via arrivò ,alla fine degli anni 70, alle mutazioni cellulari.

Cagli fu un grande Artista, pittore ricco di energia creativa, mai contento, sempre alla ricerca di esperienze futuribili, le figure umane, sia quelle dei primi esordi e sia quelle della maturità, sembrano germinate da eleganti moduli, capaci di realizzare forme di grade eleganza.

  moduli, capaci di realizzare forme di grade eleganza.

Il Prof.Avv. Presidente della Fondazione Terzo Pilastro, che ha fortemente voluto organizzare e promuovere questa Mostra,afferma che già dagli anni trenta Cagli era una figura di spicco  nell'arte contemporanea